top of page

General Members

Public·15 members

Scemo Scemo 2



Propr. Jeffrey Warren D., attore statunitense. Un piccolo ruolo in Ragtime (1981) di M. Forman segna il suo esordio cinematografico dopo un'apprezzata esperienza teatrale, ma è con La rosa purpurea del Cairo (1985) di W. Allen che il suo volto irregolare e docile si fa notare. È protagonista di Qualcosa di travolgente (1986) di J. Demme, in cui riesce perfettamente a incarnare una dimensione da commedia che sconfina nella violenza più cieca. Nel 1994 è un poliziotto dal destino sfortunato in Speed di J. De Bont e tenta con successo la prova della commedia demenziale con Scemo & + scemo di B. e P. Farrelly, per poi recitare al fianco di C.?Eastwood in Debito di sangue (2002). Nel 2005 in Il calamaro e la balena (2005) di N. Baumbach è il barbuto intellettuale alle prese con le conseguenze del...




Scemo scemo 2



Lloyd Christmas ed Harry Dunne, vent'anni dopo. Gli ex ragazzi terribili del primo Scemo e più scemo (tra i film-simbolo della prima fase della carriera di Jim Carrey) sembrano in disarmo: il primo è ricoverato in ospedale, in stato catatonico da un ventennio, incapace di superare la delusione per l'amore non ricambiato per la bella Mary Swanson; il secondo, invecchiato e trasandato, va tristemente a trovare l'amico ogni giorno, e lo accudisce in attesa di un segno del suo risveglio. Il fatto è che, in realtà, Lloyd ha giocato al suo amico lo scherzo più grosso: uno scherzo che stavolta è durato addirittura vent'anni.


Quindi, più che di rimembrare il passato, è tempo di rimettersi in moto, e di fare i cretini quanto e più di allora. Anche la nostalgia, d'altronde (che comunque muove sempre, è bene ricordarlo, operazioni del genere) è messa alla berlina in una significativa scena; in cui i due protagonisti ricordano i bei tempi in cui, pochi secondi fa, parcheggiavano l'auto nel cortile di una sfatta Kathleen Turner. Anche lei, tra l'altro, viene sbeffeggiata nelle sue fattezze attuali senza molto riguardo, ma si rivela apparentemente ben disposta a stare al gioco: quando si fa un film con i Farrelly, d'altronde, bisogna accettare certe regole. Per il resto, Scemo & + scemo 2 corre veloce, velocissimo e complessivamente piacevole nei suoi 110 minuti di durata, offrendo una trama che (per quanto in fondo esile) è una sorta di riproposizione-aggiornamento di quella del prototipo: ancora la ricerca di una ragazza come innesco narrativo, ancora un subplot vagamente noir che vede i due protagonisti in pericolo (lì il pretesto era una valigetta piena di soldi, qui il tentativo di eliminare un ricco professore da parte di due amanti diabolici), ancora un'occasione pubblica, nell'approdo finale, in cui i due potranno esibire tutta la loro adorabile stupidità. In più, una serie di rimandi al film precedente, ad uso e consumo dei fan (il bambino cieco, ora adulto, e il suo pappagallino senza testa, il delinquente a cui avevano giocato un tiro, ritrovato vent'anni dopo, i sogni a occhi aperti di Carrey, di cui cambia solo l'oggetto), l'umorismo scorretto e all'insegna del cattivo gusto dei Farrelly spinto ancor più verso il parossismo, l'aggiunta della bella Rachel Melvin, "figlia" con tutti i sintomi della cretineria di famiglia, un cameo di un Bill Murray impossibile da riconoscere (in tuta e casco à la Breaking Bad).


Fan del primo Carrey, ed esegeti del cinema dei Farrelly, non resteranno delusi da Scemo & + scemo 2: le gag funzionano ancora, il ritmo comico c'è, l'interazione tra i due protagonisti non pare aver risentito degli anni: né la maturazione artistica di un attore come Carrey sembra aver intaccato la sua attitudine alla burla piacevolmente gratuita. C'è anche spazio, sui titoli di coda, per il confronto e la giustapposizione tra alcune sequenze del film del '94 e quelle qui presenti: quasi a ribadire il carattere metà sequel, metà remake, di questa operazione, oltre che un'ulteriore concessione a quel gusto nostalgico a cui neanche due ragazzi terribili come i Farrelly possono sottrarsi.


Jim Carrey e Jeff Daniels tornano a vestire i panni degli idioti Lloyd e Harry in Scemo & + Scemo 2 (Dumb and Dumber To), seguito del cult Scemo & più scemo (1994). I registi dell'originale, Peter e Bobby Farrelly, pigiano sul pedale del comico demenziale, trascinando la folle coppia in un road trip alla ricerca del figlio che Harry non sapeva di avere.


Jim Carrey e Jeff Daniels tornano a vestire i panni dei leggendari Loyd Christmas e Harry Dunne nel sequel del grande successo cinematografico che ha rappresentato al meglio e trasformato in cult la nuova commedia americana favorendone anche la svolta verso l'orizzonte demenziale: Scemo e più scemo 2. I registi del film, i fratelli Peter e Bobby Farrelly (autori, tra gli altri, di Tutti pazzi per Mary), presentano le nuove avventure di Lloyd e Harry, che stavolta sono impegnati in un viaggio alla ricerca di una figlia che Harry non sapeva di avere.


Il primo episodio diretto dai fratelli Farrelly nel 1994 rappresenta un caso rilevante nella storia del cinema: con più di 300 milioni di dollari di introiti a livello mondiale, è diventato un trionfo indiscusso e viene ancora considerato un cult. L'effetto domino ha poi contribuito ad alimentare e a consolidare ulteriormente la fama del film. Ovviamente, quindi, le aspettative dei fan nei confronti di questo secondo episodio erano veramente elevate. Se, tuttavia, in Scemo più scemo e in Tutti pazzi per Mary, le vette di volgarità erano sostenute alla base da un'ironia forte e corrosiva che non si preoccupava di scagliarsi contro tutto e tutti, in Scemo e più scemo 2 non si può sostenere la stessa cosa. L'intero lungometraggio è retto da una serie di gag slapstick e screwball di dubbio gusto che si spengono con la fine delle singole sequenze. A dominare è la struttura dello sketch che prevale sulla costruzione di una narrazione attenta al suo sviluppo omogeneo.


Diretto dai fratelli Bobby e Peter Farrelly e sceneggiato dai due con Sean Anders, Mike Cerrone, John Morris e Bennett Yellin, Scemo & + scemo 2 è il seguito a distanza di 20 anni di Scemo & più scemo, e riunisce la coppia formata dagli attori Jim Carrey e Jeff Daniels, chiamati a riprendere i personaggi di Lloyd Christmas e Harry Dunne. Ancora una volta commedia demenziale che gioca sulla fisicità degli interpreti, Scemo & + scemo 2 vede Harry e Lloyd alle prese con un viaggio on the road per mettersi sulle tracce di una figlia che non credeva di avere. Nonostante il tempo sia trascorso anche per loro, i due non hanno perso l'idiozia che li contraddistingueva.


Con la direzione della fotografia di Matthew F. Leonetti, le scenografie di Aaron Osborne, i costumi di Karen Patch e le musiche originali degli Empire of the Sun, Scemo & + scemo 2 spinge la barra della demenzialità ancora più in alto rispetto al primo capitolo toccando il culmine quando alla fine del loro viaggio i due strampalati amici faranno tappa in un istituto mentale, dove è in corso un summit che ospita le menti più brillanti del mondo.


Con Jim Carrey e Jeff Daniels a far da mattatori nei panni di Lloyd e Harry, Scemo & + scemo 2 necessitava di un cast di comprimari in grado di reggere il gioco alla loro comicità. All'inizio della storia, mentre Lloyd è in stato comatoso a causa dell'addio definitivo della sua fidanzata Mary, Harry scopre di avere da giovane avuto una figlia da Fraida Felcher, personaggio la cui presenza era solo accennata in Scemo & più scemo. A interpretare Fraida è stata scelta l'attrice Kathleen Turner, che ritrova Jim Carrey su un set a distanza di quasi trent'anni da Peggy Sue si è sposata. 041b061a72


About

Welcome to the group! You can connect with other members, ge...
bottom of page